top
Image Alt

Firenze

Parrocchia di Nostra Signora del Sacro Cuore

Firenze

La costruzione fu iniziata nel giugno 1848 dalle “scuole delle Zitelle Povere” dette “scuole Leopoldine” nell’ambito dell’edificazione del quartiere circostante detto “di Barbano” su progetto dell’architetto Gaetano Baccano di cui restano le dieci colonne monolitiche e i due grandi archi interni. La costruzione infatti fu sospesa ben presto per mancanza di fondi.
Nel 1857 la prosecuzione dei lavori fu affidata all’ingegnere architetto Giuseppe Martelli. Questi modifico il progetto del Baccani per ampliare l’aula ecclesiale: aggiunse le navate laterali e soppresse i previsti coretti dell’abside. Utilizzò le dieci colonne ciò pronte, provenienti dalle cave del monte Ceceri. La facciata che doveva avere tre ampie arcate su colonne per sostenere il timpano neoclassico, rimase incompleta.

Il 31 dicembre 1863 la chiesa fu aperta al culto, dedicata all’Immacolata e a S. Caterina d’Alessandria. Nel 1904 i Missionari del S. Cuore, fondati 50 anni prima, acquistarono la Chiesa e impiantarono una comunità religiosa che si occupava della formazione dei giovani seminaristi.

Il 1° gennaio 1937 fu eretta canonicamente in Parrocchia dal cardinale Elia Dalla Costa, prendendo – dopo qualche mese – il titolo di “Nostra Signora del Sacro Cuore”. Cosi P. Jules Chevalier, fondatore dei Missionari del Sacro Cuore, aveva chiamato la Madonna per onorare lo speciale rapporto tra Maria e il Cuore del suo Figlio. Furono intrapresi lavori di sistemazione del presbiterio, degli altari laterali e del fonte battesimale progettati dall’architetto Aurelio Cetica e terminati nel 1941. L’altare maggiore fu consacrato il 4 novembre 1939 dal Card. Dalla Costa che il 13 dicembre 1942 consacrò la chiesa intera.

Al centro dell’abside è collocato il Crocifisso ligneo del XVI secolo. A Nostra Signora del S. Cuore è dedicato l’altare della navata centrale sinistra, ove si trova il dipinto su tela dei primi del ‘900, opera di G. Catani (Prato 1866 – Firenze 1945). Nella cappella in fondo della stessa navata si trova il fonte battesimale e alle pareti il trittico di Edoardo Gelli (1913) raffigurante l’Annunciazione, la Natività e la Deportazione. Sulla navata laterale destra, l’altare è dedicato a San Giuseppe con una dipinto a olio su tela di Adorno. In fondo, la cappella delle anime dei defunti, ove si trova posto un tondo su tela del secolo XVIII raffigurante la Sacra famiglia con San Giovannino dormiente.
I 14 quadri in cotto della Via Crucis sono opera della scultore Zampini (1937). Il pavimento è stato restaurato nel 1957. L’organo meccanico è un Tamburini del 1962. L’attuale sistemazione nell’area presbiterale dell’ambone, della sede presidenziale e del tabernacolo risale al 2012, secondo le norme liturgiche vigenti.

Missionari del Sacro Cuore
Via Enrico Poggi, 6
50129 Firenze (FI)
tel. 055.470027-055.476280

Membri della comunità
Pace Carmine
Scalici Mario
Zambolin Roberto
Rosa Domenico
Villari Francesco
Modica Rosario
Vitale Rosario
Pitzolu Gianluca

Prenovizi
Cancilleri Roberto
Cedro Paolo

Dove Siamo

come Provincia Italiana

FIRENZE:
Missionari del Sacro Cuore
Via Enrico Poggi, 6
50129 Firenze (FI)
tel. 055.470027-055.476280

MARINA DI MINTURNO:
Missionari del Sacro Cuore
Via Cristoforo Colombo, 86
04020 Marina di Minturno (LT)
tel. 0771.683768

PALERMO:
Missionari del Sacro Cuore
Centro Buonocore
Via Giovanni Evangelista Di Blasi, 100
90135 Palermo
tel. 091.406021

PONTECAGNANO:
Missionari del Sacro Cuore Parrocchia “SS. Corpo di Cristo” Piazza Risorgimento
84098 Pontecagnano (SA)
tel. 089.384786

ROMA:
Missionari del Sacro Cuore
Lungotevere Prati, 12
00193 Roma
tel. 06.68806517

Missionari del Sacro Cuore
Corso del Rinascimento, 23
00186 Roma
tel. 06.6877937—06.90282733

PINHEIRO:
Missionari del Sacro Cuore
Avenida Presidente Dutra, 422
65200-000 Pinheiro (MA) BRASILE

FORTALEZA:
Missionari del Sacro Cuore
Rua Capitão Gustavo, 3940
60120-140 Fortaleza (CE) Brasile
tel. +55-85 32 57 67 97