Diario della visita apostolica in Brasile

Giuseppe Galliano MSC, Superiore della Provincia italiana

Il 3 febbraio scorso, insieme a P. Piero Cianfoni e a P. Andrea Ruiu, siamo partiti per le Missioni MSC in Brasile. Arrivati a Fortaleza, una città della regione del Nordeste, capitale dello Stato del Ceará a 2.285 km da Brasilia, nei primi tre giorni al mattino abbiamo visitato le varie cappelle della parrocchia, dove ogni settimana si svolge la liturgia della Parola ad opera dei laici; una in costruzione intitolata a Nostra Signora nel centro della favela, con una grande sala per le catechesi e un’altra per l’accoglienza della gioventù.

 Accolti con gratitudine

Abbiamo visitato il centro per la Pastorale dei bambini, la cappella nostra Signora di Fatima nel quartiere popolare “Città di Dio”, la cappella della Sacra Famiglia, la cappella san Francesco… In ogni cappella c’era un gruppo di persone ad aspettarci, insieme ai responsabili delle strutture.

Ci hanno accolto con gratitudine, parlando bene dei nostri padri, in particolare del parroco P. Cabral. Nel pomeriggio abbiamo concelebrato la S. Messa. Ogni giorno ho predicato con la traduzione simultanea del padre Cabral, sottolineando la bellezza del nostro carisma di Missionari del Sacro Cuore.

Ogni sera in parrocchia si incontrano vari gruppi di preghiera: del Rosario, di Santa Teresa di Lisieux, delle mamme, degli uomini, della scuola biblica, della Legione di Maria, della Fraternità Nostra Signora.

Li ho incontrati tutti pregando e parlando con loro. A tutti ho portato la novena a Enrico Verjus in portoghese e una medaglietta con Nostra Signora. Ho parlato del Venerabile P. Verjus incentivandone la devozione. Una sera la Fraternità Nostra Signora ci ha offerto la cena. Un momento squisito di convivialità. Abbiamo visitato pure il Centro di ascolto Pastorale della Parrocchia: ci sono medici, avvocati, assistenti sociali e persone di buona volontà che sono a disposizione di chiunque ha bisogno, gratuitamente. Ho riunito i confratelli di Fortaleza alla presenza del vescovo P. Fernando Panico ed ho esposto il progetto per la nostra Provincia.

 Ansie e speranze

Ho parlato anche con ciascun confratello singolarmente, ascoltandone ansie e speranze.P. Fernando Cabral è parroco, giudice del tribunale ecclesiastico, uno dei direttori spirituali del Seminario e collabora alla formazione dei diaconi permanenti. P. Samuele Brandão insegna Teologia biblica nella Facoltà cattolica, è uno dei direttori spirituali del Seminario, vicario parrocchiale e incaricato dal Vescovo per la celebrazione della Messa in latino: la celebra ogni settimana in parrocchia.

  1. Dacio Morais è Vicario parrocchiale ed economo della Comunità. P. Nicola Gizzi è Vicario parrocchiale.

 Pinheiro: gli asili di P. Risso

Giovedì siamo andati a Pinheiro, accompagnati da Padre Cabral. Qui la Pastorale è totalmente diversa. Abbiamo visitato tutti gli asili che gestisce l’associazione di padre Risso. Circa mille bambini vengono accolti ogni giorno, viene dato loro da mangiare, vengono lavati e ricevono una prima istruzione. Sabato abbiamo celebrato l’Eucarestia in uno dei tanti villaggi dell’interno, le famose “desobriga”, dove il Padre Risso celebra la messa ogni due mesi e battezza i bambini. Ne abbiamo visitato tante. In ogni villaggio Padre Risso o altri Padri MSC hanno costruito la Cappella, centro di aggregazione del villaggio: case fatte con il fango e il tetto coperto di foglie di palme… Qui arriva solo padre Risso, neanche il Vescovo li ha ancora visitati… Ho avuto un colloquio con il Vescovo Elio. Preoccupato per il “dopo Padre Risso”, chiede un confratello per aiutarlo nel portare avanti l’opera. Ha molta stima di padre Risso, come tutti del resto. Ho fatto notare al Vescovo che la missione oggi ha altre dinamiche e non può essere una sostituzione dello Stato. È urgente una evangelizzazione degli adulti. Camminando per il piccolo centro ho contato nove Chiese evangeliche/protestanti. C’è un bisogno di spiritualità che la Chiesa, purtroppo, non riesce a soddisfare…

 Una grande opera

Abbiamo visitato il piccolo ospedale, reparto maternità costruito da Padre Risso.

Abbiamo visitato la “Fazenda do Amor misericordioso” per il recupero dei tossico dipendenti. Struttura costruita con il finanziamento della Provincia Italiana e adesso gestita dalla Diocesi. Ospita circa sessanta uomini. Qui ho predicato la liturgia della Parola. Il recupero avviene attraverso la Preghiera e il lavoro manuale.

Domenica mattina c’è stata la grande festa con la Messa nella Chiesa del Sacro Cuore di Gesù; dopo un piccolo rinfresco all’italiana con la gente e, infine, il pranzo in casa con il Vescovo Elio, alcuni preti e laici collaboratori. Al termine della nostra visita, abbiamo avuto modo di constatare che nostri Padri hanno svolto e svolgono a Pinheiro una grande opera sociale ed ecclesiale. Martedì 12 febbraio abbiamo incontrato il Vescovo di Fortaleza che ha dimostrato stima e fiducia nei nostri confratelli. Ha ringraziato per il prezioso lavoro che svolgono i Padri MSC e si augura che possano continuare ancora per tanto tempo a servire la Chiesa di Fortaleza.Martedì sera alle 23,50 siamo ripartiti per Lisbona e poi per Roma. Ringrazio i confratelli in Brasile per la calorosa accoglienza: sono parte integrante della nostra grande famiglia italiana. Invoco su di loro e noi tutti la benedizione del Signore.

 

Giuseppe Galliano MSC

Superiore della Provincia Italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *